Will, il primo professore artificiale!

(Genova)ore 14:13:00 del 05/09/2018 - Categoria: , Tecnologia

Will, il primo professore artificiale!

Nel giro di pochi giorni riapriranno le scuole e tra i nuovi professori potreste trovare anche un’intelligenza artificiale.

Nel giro di pochi giorni riapriranno le scuole e tra i nuovi professori potreste trovare anche un’intelligenza artificiale.

Almeno, questo è quanto avverrà agli studenti di alcune elementari neozelandesi che a breve faranno la conoscenza di Will: un software dal volto umano (proiettato su uno schermo) che insegnerà ai ragazzi la sostenibilità ambientale, il consumo responsabile e le principali caratteristiche e potenzialità delle energie rinnovabili.  

 Il progetto è frutto della collaborazione tra la società energetica Vector e l’azienda informatica Soul Machines, che forniranno il software-maestro gratuitamente a tutte le scuole a cui Vector somministra energia elettrica. Gli studenti potranno interagire con Will sfruttando computer, tablet e smartphone; dialogando e rispondendo alle domande poste dall’intelligenza artificiale. 

[video]

“La reazione degli studenti è stata davvero affascinante”, ha spiegato in un comunicato stampa il responsabile per il digitale di Vector, Nikhil Ravishankar. “Ripongo molte speranze nella capacità di questa tecnologia di poter, un domani, fornire esperienze educative ricche ed efficaci”. In futuro, infatti, questi software potranno adattarsi allo stile di apprendimento di ogni singolo studente, rendendo l’insegnamento personalizzato una realtà anche nelle scuole.  

 A essere meno contenti dell’esperimento neozelandese potrebbero essere gli insegnanti; soprattutto se si considera che esperti di educazione come Anthony Seldon hanno previsto che i bot sostituiranno gli insegnanti umani nel giro di un decennio; mentre il futurista Thomas Frey ritiene, con maggiore prudenza, che questi software diventeranno un normale strumento educativo entro il 2030. Le scuole, comunque, non sono destinate a sparire a causa delle intelligenze artificiali, non fosse altro che per l’importanza dell’interazione sociale che si svolge negli istituti scolastici. 

Per il momento, i professori non hanno ragione di allarmarsi; anzi: considerando la cronica carenza di insegnanti che affligge anche l’Italia, poter fare affidamento sulla collaborazione delle intelligenze artificiali potrebbe essere un sollievo.

Da: QUI

Inserzionista Gerardo

ALTRE News

(Genova)
-


La presenza di vita nell'Universo è un dilemma che continua a tormentare gli...

TitTok: la nuova app social che sta spopolando! Come funziona
TitTok: la nuova app social che sta spopolando! Come funziona
(Genova)
-

Il successo della piattaforma per video cinese è dovuto anche all’inglobazione che TikTok ha fatto di Musical.ly; ve la ricordate? 
Il successo della piattaforma per video cinese è dovuto anche all’inglobazione...

Soffri da stress da smartphone? Ecco come CAPIRLO!
Soffri da stress da smartphone? Ecco come CAPIRLO!
(Genova)
-

Tre consigli semplicissimi per un problema complesso.
Un’estensione della mano, perennemente avvinghiata a digitare, scrollare, fare...

Spotify: ecco l'abbonamento ECONOMICO condiviso!
Spotify: ecco l'abbonamento ECONOMICO condiviso!
(Genova)
-

Spotify Premium Duo è un nuovo tipo di abbonamento che il servizio di streaming sta testando in alcune Nazioni. Ecco come funziona
Spotify si fa in due. Il servizio di streaming  sta testando in alcuni...

Stato WhatsApp anche su Facebook: come funziona
Stato WhatsApp anche su Facebook: come funziona
(Genova)
-

Grandi novità per chi ama condividere contenuti temporanei sull’app di messaggistica. Tra qualche tempo sarà possibile condividerli anche su Facebook
Lo Stato WhatsApp è un contenuto sempre più usato dagli utenti. Il suo...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati