Videogames: Samurai Shodown

(Trento)ore 21:32:00 del 10/07/2019 - Categoria: , Videogames

Videogames: Samurai Shodown

Ovviamente non bastava un singolo attacco per aggiudicarsi la vittoria, ma il fendente potente, soprattutto se portato in modalità Rage, faceva piangere lacrime di sangue a chi lo subiva senza parare.

 

RECENSIONE SAMURAI SHODOWN - Samurai Shodown non era un titolo basato su combo chilometriche e incarnava la tensione suprema dei duelli tra spadaccini provetti, dove anche un solo colpo poteva essere fatale. Ovviamente non bastava un singolo attacco per aggiudicarsi la vittoria, ma il fendente potente, soprattutto se portato in modalità Rage, faceva piangere lacrime di sangue a chi lo subiva senza parare. Il nuovo capitolo della serie giunge nei negozi senza essere affiancato da alcun numero. L'uso del titolo originale, senza fronzoli, trasmette il desiderio di SNK di trovare un nuovo punto di partenza per la serie, tornando alle origini e recuperando lo spirito che aveva conquistato i giocatori negli anni '90.

L'assenza di combo troppo lunghe e complesse non è necessariamente un male. Anche se i giocatori di picchiaduro moderni sono cresciuti a pane e colpi combinati, non è troppo tardi per recuperare la scuola del colpo singolo, quella in cui il processo per superare la guardia avversaria è molto più complesso degli attacchi da mettere a segno.

RECENSIONE SAMURAI SHODOWN - Parlando della questione tecnica, l’Unreal Engine 4 di Samurai Shodwon mette in mostra un comparto grafico solido e con un look artistico che ricorda moltissimo quello del vecchio Street Fighter IV, ossia coi modelli poligonali dei lottatori riprodotti con la tecnica del cel-shading (in grado di farli apparire come fossero stati disegnati a mano, con l’ausilio di un pennello). I vari effetti speciali e i giochi di luce tra un combattimento e un altro, i fondali animati e una colonna sonora strumentale tipica della tradizione orientale, creano un pacchetto d’insieme che non mancherà di soddisfare sia il fan storico della saga che il nuovo arrivato. Certo, è palese che si tratta di un gioco realizzato con un budget limitato (purtroppo SNK non versa nella stessa, rosea situazione economica di Capcom), ma è altrettanto vero che la volontà riposta nel creare un titolo rispettoso della saga principale – anche sotto il profilo tecnico – è sotto gli occhi di tutti.

RECENSIONE SAMURAI SHODOWN - Pollice in su anche per netcode relativo al gioco online in multiplayer (relativamente alla versione PS4 da noi testata): i server, piuttosto popolati, mostrano una struttura stabile senza cadute improvvise o lunghe attese. Unico malus, una certa pochezza di contenuti al lancio: un numero di lottatori a disposizione non proprio incredibile (siano fermi a 16, nonostante non manchi nessuno dei protagonisti storici della saga, come Haohmaru, Genjuro, Hanzo e Kyoshiro) e una modalità Storia non troppo appassionante va di pari passo alla consueta modalità Sopravvivenza, al Time Attack e alla possibilità di sfidare i Ghost degli altri lottatori. Certo, non mancano nuovi combattenti (tre, ossia Darli DaggerWu Ruxiang e Yashimaru), tuttavia è impossibile non lamentare come al day one di Samurai Shodwon SNK abbia proposto al giocatore lo stretto indispensabile (vari contenuti scaricabili sono in ogni caso attesi nelle prossime settimane grazie ai consueti DLC).

 

Inserzionista Carmine

ALTRE News
Pokemon Masters: cosa sapere
Pokemon Masters: cosa sapere
(Trento)
-

Qui si terrà un importante torneo noto come World Pokémon Master (WPM), in cui tutti i migliori allenatori delle varie regioni si sfideranno in lotte 3 vs 3.
  RECENSIONE POKEMON MASTERS - DeNA e The Pokémon Company hanno da poco...

La prova di Gears 5
La prova di Gears 5
(Trento)
-

Il cambio di prospettiva JD > Kait arriva in concomitanza con un ulteriore, eclatante cambiamento: abbandoneremo le strade e gli angusti corridoi della città per esplorare sconfinate distese ghiacciate e lande desertiche, con tanto di bussola e veicolo.
  RECENSIONE GEARS 5 - Gli autori sono riusciti a mettere insieme vari elementi...

La prova di Dying Light 2
La prova di Dying Light 2
(Trento)
-

A ciò andrà a sommarsi anche la modalità cooperativa fino a quattro giocatori, la quale ci permetterà di ‘invadere’ l’avventura di altri utenti (magari in scenari totalmente differenti da quello affrontato precedenza).
  ANTEPRIMA DYING LIGHT 2 - Tornare a immergersi tra le maestose rovine...

La prova di Gears Pop
La prova di Gears Pop
(Trento)
-

e non possiamo che avere un’opinione estremamente positiva sia del matchmaking, incredibilmente rapido, sia della tenuta delle partite stesse, che non hanno mai causato alcun tipo di problema.
  RECENSIONE GEARS POP - In prima battuta Gears POP! si pone come un tower...

La prova di Predator Hunting Grounds
La prova di Predator Hunting Grounds
(Trento)
-

Ovviamente, mancando ancora diversi mesi prima dell’uscita del gioco ci auguriamo che il team Illfonic si rimbocchi seriamente le maniche, correggendo il gran numero di imperfezioni riscontrate in questo primo test giocabile (e magari dando una ritoccata
  PREDATOR HUNTING GROUND ANTEPRIMA - Immaginate di essere in una foresta,...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati