Una persona che ha imparato a stare bene da sola, non si accontenta della compagnia di CHIUNQUE

(Avellino)ore 09:22:00 del 17/01/2019 - Categoria: , Curiosità, Salute, Scienze, Sociale

Una persona che ha imparato a stare bene da sola, non si accontenta della compagnia di CHIUNQUE

La solitudine può essere una tremenda condanna o una meravigliosa conquista.

Quando una persona è sola e si sente veramente bene con se stessa, con gli altri e col mondo, vuol dire che sa stare bene da sola. Essere da soli, tuttavia, è ben diverso dal sentirsi soli: si può essere soli senza sentirsi soli, ed essere in compagnia sentendosi davvero soli.

Imparare a stare da soli è quando la solitudine non è più una sofferenza, ma un momento di pace con se stessi, senza la necessità di avere altre persone attorno. La solitudine è soggettiva, e non è direttamente associata alla quantità di persone che ci circondano.

Come umani, siamo esseri sociali ai quali piace la compagnia, si tende a cercare un senso di appartenenza attraverso i gruppi di amici o parenti. Ma siamo anche esseri pensanti, razionali, riflessivi, creatori e creativi.

Stare da soli ci aiuta a guardarci dentro, conoscerci meglio e apprezzarci. La capacità di mantenere una relazione sana e in armonia dipende anche da quella di saper stare con se stessi. E’ solo così che si evita di dipendere emotivamente da un’altra persona.

Passare del tempo da soli e in armonia con se stessi è fondamentale per riflettere su noi stessi, sui nostri sogni, i desideri e le necessità. Il benessere deve partire da noi stessi.

Una persona poco felice con se stessa, difficilmente lo sarà in compagnia. Al contrario, una persona che riesce a stare da sola e in armonia, non accetterà la compagnia di chiunque.

Nonostante i rumori quotidiani del mondo troppo spesso i nostri pensieri rimbombano nella mente facendo troppo rumore e, generalmente, quelli più ricorrenti, sono proprio i pensieri che ci fanno più male. Ed è allora che si tende a riempire i propri spai vuoti, con persone, situazioni, interessi e molto altro. Di tutto pur di non sentire ancora e ancora quel dolore. La sofferenza mentale è spesso paralizzante, perchè ti tocca proprio nella parte più intima di te. Affonda lentamente dentro noi stessi ancorando le proprie radici saldamente e – a tratti – ci impedisce di respirare.

Corrono come se avessero il fuoco sotto il sedere in cerca di qualcosa che non si trova.Si tratta fondamentalmente della paura di affrontare se stessi,si tratta fondamentalmente della paura di essere soli. (Charles Bukowski)

Chi rifugge la solitudine è generalmente una persona che soffre e quando una persona prova una morsa lancinante allo stomaco farebbe qualsiasi cosa per avere uno spiraglio di luce. Rimanere da soli con se stessi fa paura, perché costringe ad avere a che fare con le proprie paure, quelle più nascoste, quelle che cerchiamo ogni giorno di soffocare dentro noi stessi.

La solitudine è come una lente d’ingrandimento: se sei solo e stai bene stai benissimo, se sei solo e stai male stai malissimo.

(Giacomo Leopardi)

Una persona che riesce a stare bene da sola è una persona che ha imparato a conoscersi e, soprattutto, ad accettarsi. Ha imparato ad affrontare i propri fantasmi del passato, a volersi bene anche senza una persona accanto.

Occorre parecchia forza per riuscire ad amare la propria solitudine.

Solo una persona che ha veramente toccato il fondo è in grado poi di assaporare veramente la solitudine, e quando la solitudine è diventata una compagnia fedele anziché una nemica si inizia a dare valore al proprio tempo. Non ci si circonda più di false presenze. Non si scende più a compromessi con se stessi. Non ci si rassegna ad una presenza altalenante che ci fa comunque sentire soli.

Pensavo che la cosa peggiore nella vita fosse restare solo. No, non lo è. Ho scoperto invece che la cosa peggiore nella vita è quella di finire con persone che ti fanno sentire veramente solo.

(Robin Williams)

Inserzionista Gerardo

ALTRE News
Milano, ecco la foresta urbana: 3 milioni di piante in piu'
Milano, ecco la foresta urbana: 3 milioni di piante in piu'
(Avellino)
-

PROGETTO FORESTA URBANA MILANO - Ad oggi in quel di Milano si contano circa mezzo milione di alberi, e 5 milioni e mezzo nei 133 Comuni circostanti, ma entro il 2030 di piante ce ne saranno 3 milioni in più.
PROGETTO FORESTA URBANA MILANO - Ad oggi in quel di Milano si contano circa...

Dieta settembre 2019 per tornare in forma dopo le vacanze
Dieta settembre 2019 per tornare in forma dopo le vacanze
(Avellino)
-

DIETA SETTEMBRE 2019 - Consigli del dott., biologo nutrizionista, Marty Fierro. 
DIETA SETTEMBRE 2019 - Consigli del dott., biologo nutrizionista, Marty...


(Avellino)
-


BAMBINI CHE PASSANO TEMPO CON PAPA' DIVENTANO PIU' INTELLIGENTI - I bambini...

Influenza Settembre 2019: sintomi e cura
Influenza Settembre 2019: sintomi e cura
(Avellino)
-

INFLUENZA SETTEMBRE 2019 - Nei periodi estivi i fattori che possono portare alla comparsa di sintomi influenzali o parainfluenzali sono fondamentalmente due: oltre al fattore ambientale (con gli sbalzi di temperatura, sia quelli naturali che quelli “artif
INFLUENZA SETTEMBRE 2019 - Nei periodi estivi i fattori che possono portare alla...

Macronutrienti nella dieta: come ripartirli
Macronutrienti nella dieta: come ripartirli
(Avellino)
-

MACRONUTRIENTI NELLA DIETA - Gli alimenti che consumiamo quotidianamente sono costituiti da molecole dotate di funzione energetica, plastica e regolatrice, che controllano le attività cellulari alla base del corretto funzionamento del corpo umano.
MACRONUTRIENTI NELLA DIETA - Gli alimenti che consumiamo quotidianamente sono...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati