Trials Rising: provato

(Bologna)ore 21:13:00 del 05/03/2019 - Categoria: , Videogames

Trials Rising: provato

Difatti, non appena avrete imparato a “domare” il vostro mezzo noterete come il comportamento della moto risponderà in tutto e per tutto agli input del giocatore, plasmandosi a ogni dosso, rampa o discesa di un determinato percorso.

 

RECENSIONE TRIALS RISING - Per scoprire gli albori della serie Trials, dobbiamo tornare nientemeno che al lontano 2000, anno in cui il primo capitolo della serie vide la luce sotto forma di semplice browser game. In tutto e per tutto simile al misconosciuto titolo targato Mastertronic (Kikstart 2), il gioco riuscì subito a farsi notare dai giocatori dell’epoca, grazie all’immediatezza delle corse motociclistiche (sviluppate in Java). Negli anni successivi il gioco ebbe un sequel (Trials 2, nel 2007) e un rifacimento (Trials 2: Second Edition, nel 2008). Il salto lo si ebbe però solo con Trials Frontier, nel 2014, un racing su due ruote pensato per il mercato mobile, cui seguì Trials Fusion per PlayStation 4, Xbox 360/One e PC, un titolo legato a doppio filo alla precedente iterazione della serie. Ora, dimenticando il mediocre Trials of the Blood Dragon, il franchise è a un bivio: tentare di compiere un ulteriore salto generazionale (con tutti i rischi del caso) oppure affinare quanto di buono fatto in precedenza, portando così al pubblico il Trials perfetto. La scelta presa dal team finlandese di RedLynx poteva essere una soltanto.

RECENSIONE TRIALS RISING - Leggeri come una piuma, ma su due ruote

Trials Rising riprende la formula (vincente) dei predecessori e la porta su un piano qualitativo degno di un titolo del 2019. Il gioco unisce infatti racing e platform, mettendo sul piatto della bilancia le capacità del giocatore, chiamato a salire in sella alla sua moto e dosare a dovere velocità e abilità. La fisica delle due ruote è uno dei punti cardine del titolo Ubisoft, inquadrato nell’ormai classica visuale in 2.5D (ossia ci sposta lungo due direzioni, ma in un contesto scenografico interamente in 3D). Il controllo del peso del pilota, l’accelerazione del nostro mezzo (attraverso lo stick analogico e i due tasti dorsali del pad) è alla base dell’ossatura ludica di Rising, cosa questa che obbligherà il giocatore a rialzarsi dopo un gran numero di cadute.

Nel caso fosse la prima volta che provate con mano un capitolo della serie Trials (non ve ne faremo una colpa, traquilli), vi sentirete particolarmente frustrati nel non riuscire momentaneamente a padroneggiare la vostra moto. Non temete: il sistema di controllo richiede semplicemente un po’ di tempo per essere assimilato appieno. Difatti, non appena avrete imparato a “domare” il vostro mezzo noterete come il comportamento della moto risponderà in tutto e per tutto agli input del giocatore, plasmandosi a ogni dosso, rampa o discesa di un determinato percorso. Questo perché, come diciamo spesso in questi casi, la pratica rende perfetti.

RECENSIONE TRIALS RISING - La varietà è tanta e, oltre alle differenti ambientazioni, non abbiamo mai percepito una mancanza di idee, quanto un continuo aumento della difficoltà, grazie a soluzioni sempre più folli e coreografate che rendono alcuni livelli di Trials Rising perfino verticali. Ogni corsa, per quanto in media si completi in un minuto o poco più, richiede svariati tentativi e riavvii, soprattutto se si vuole ottenere il miglior tempo, competendo, se si è connessi in rete, contro i fantasmi degli altri giocatori.

I contenuti disponibili sono quindi più che soddisfacenti, grazie a decine e decine di eventi sparsi per il mondo, suddivisi in nove leghe principali, più due ulteriori che si sbloccano raggiunti determinati requisiti. L’avanzamento è abbastanza costante, anche se alcune volte la nostra carriera si è momentaneamente “arenata”, poiché per accedere ad alcuni livelli era necessaria più esperienza di quella guadagnata completando i precedenti, costringendoci a rigiocarli. Non è però un vero difetto, dato che l’obiettivo ultimo di Trials Rising è comunque quello di ottenere il miglior tempo sul percorso, superando qualsiasi altro giocatore. Inoltre, abbiamo a disposizione cinque differenti due ruote da sbloccare e acquistare con la valuta del gioco, ognuna con un comportamento e peso diverso.

Ad affiancare le singole gare da affrontare in solitaria, ci sono due ulteriori eventi che aggiungono un altro livello di sfida: l’Università di Trials e lo Skill Game Festival. Il primo è principalmente un tutorial approfondito e diviso in lezioni, dove imparare a governare al meglio le due ruote. Completare ogni richiesta con il massimo dei voti è tutt’altro che facile, ma, oltre all’iniziale spiegazione, siamo costantemente affiancati da un NPC che ci mostra i “trucchetti” del mestiere. Il secondo è invece composto da una serie di missioni in cui tutta la goliardia di Trials Rising trova sfogo, chiedendoci di saltare per aria e atterrare il più lontano possibile o di andare a canestro con il pallone dopo esserci lanciati dalla moto a mezz’aria. Le sole modalità di gioco offline possono quindi intrattenere molto a lungo, strappando più di una risata e, qualche volta, facendoci anche adirare.

 

Inserzionista Gerardo

ALTRE News
Pokemon Masters: cosa sapere
Pokemon Masters: cosa sapere
(Bologna)
-

Qui si terrà un importante torneo noto come World Pokémon Master (WPM), in cui tutti i migliori allenatori delle varie regioni si sfideranno in lotte 3 vs 3.
  RECENSIONE POKEMON MASTERS - DeNA e The Pokémon Company hanno da poco...

La prova di Gears 5
La prova di Gears 5
(Bologna)
-

Il cambio di prospettiva JD > Kait arriva in concomitanza con un ulteriore, eclatante cambiamento: abbandoneremo le strade e gli angusti corridoi della città per esplorare sconfinate distese ghiacciate e lande desertiche, con tanto di bussola e veicolo.
  RECENSIONE GEARS 5 - Gli autori sono riusciti a mettere insieme vari elementi...

La prova di Dying Light 2
La prova di Dying Light 2
(Bologna)
-

A ciò andrà a sommarsi anche la modalità cooperativa fino a quattro giocatori, la quale ci permetterà di ‘invadere’ l’avventura di altri utenti (magari in scenari totalmente differenti da quello affrontato precedenza).
  ANTEPRIMA DYING LIGHT 2 - Tornare a immergersi tra le maestose rovine...

La prova di Gears Pop
La prova di Gears Pop
(Bologna)
-

e non possiamo che avere un’opinione estremamente positiva sia del matchmaking, incredibilmente rapido, sia della tenuta delle partite stesse, che non hanno mai causato alcun tipo di problema.
  RECENSIONE GEARS POP - In prima battuta Gears POP! si pone come un tower...

La prova di Predator Hunting Grounds
La prova di Predator Hunting Grounds
(Bologna)
-

Ovviamente, mancando ancora diversi mesi prima dell’uscita del gioco ci auguriamo che il team Illfonic si rimbocchi seriamente le maniche, correggendo il gran numero di imperfezioni riscontrate in questo primo test giocabile (e magari dando una ritoccata
  PREDATOR HUNTING GROUND ANTEPRIMA - Immaginate di essere in una foresta,...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati