Stop alle targhe straniere per il Decreto Salvini : maxi multe in arrivo!

(Roma)ore 20:17:00 del 16/01/2019 - Categoria: , Nuove Leggi, Politica

Stop alle targhe straniere per il Decreto Salvini  : maxi multe in arrivo!

Maxi multa per un “furbetto” delle targhe straniere a Milano: la polizia locale ha sanzionato un automobilista che circolava su una vettura con targa romena.

Chi ha un'auto con la targa straniera farà bene a stare attento. Anche a Milano è stato applicato per la prima volta il Decreto sicurezza voluto dal ministro dell'Interno Matteo Salvini, nella parte che riguarda tutte le autovetture immatricolate all'estero.

Tra le norme del tanto contestato decreto (soprattutto nelle parti che riguardano l'immigrazione) ce n'è infatti una che vuole debellare un fenomeno molto diffuso nel capoluogo lombardo (e non solo): quello di chi va in giro per le strade di Milano con auto (spesso di lusso) con targhe straniere: Svizzera, Germania e Stati Uniti le più gettonate, anche se non mancano il Principato di Monaco e la Repubblica di San Marino. Non si tratta di un'invasione di turisti: in molti casi è infatti un trucco che consente di infischiarsene del codice della strada, perché per il Comune di Milano (e gli altri comuni italiani) è poi difficile intascare i soldi delle eventuali multe inviate ai possessori dei veicoli. Non solo: con la targa straniera si può evitare di pagare il bollo e soprattutto il superbollo per le auto di lusso: motivo per cui spesso si vedono in giro per Milano supercar con targhe strane.

La prima multa salata a Milano

Nello specifico il Decreto sicurezza vieta di circolare con un veicolo immatricolato all'estero a chi sia residente in Italia da oltre due mesi, con alcune deroghe. Lo scorso venerdì 4 gennaio, come riporta il "Corriere della sera", la polizia locale milanese ha elevato la prima sanzione: un uomo a bordo di un'auto con targa romena è stato multato di 712 euro, oltre a subire il fermo amministrativo del mezzo con 180 giorni per regolarizzare la propria posizione, pena confisca. Una maxi multa, anche se poteva andargli peggio: il verbale può arrivare fino a un massimo di 2.848 euro. Per mettersi in regola, stando alla legge, l'automobilista dovrà reimmatricolare il veicolo in Italia o lo dovrà portare all'estero, nel Paese a cui si riferisce la targa, con foglio di via.

Da: QUI

Inserzionista Gerardo

ALTRE News
Sondaggi, centrodestra sopra il 50% contro il governo ABUSIVO
Sondaggi, centrodestra sopra il 50% contro il governo ABUSIVO
(Roma)
-

Nuovo record positivo per il centrodestra sull’onda della vittoria in Umbria, mentre i partiti della maggioranza faticano
SONDAGGI, CENTRODESTRA SOPRA IL 50% - La Lega resta saldamente il primo partito...

Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
(Roma)
-

Stime macroeconomiche della Commissione europea negative per l'Italia su pil, deficit e debito pubblico. La nostra economia non cresce e non riusciamo a risanare i conti pubblici, che peggiorano in maniera allarmante.
CRESCITA ZERO, ITALIA ULTIMA NELLA UE - Siamo quasi alla fine dell’anno ed è...

Palermo: se paghi la tassa sui rifiuti viaggi gratis
Palermo: se paghi la tassa sui rifiuti viaggi gratis
(Roma)
-

Paghi la tassa sulla spazzatura? Hai diritto a viaggiare gratis sui mezzi cittadini
VIAGGI GRATIS SE PAGHI L'IMMONDIZIA - "Uno dei problemi più gravi che assillano...

Seggiolini antiabbandono obbligatori da oggi 7 novembre
Seggiolini antiabbandono obbligatori da oggi 7 novembre
(Roma)
-

Chi non si doterà di questi dispositivi incorrerà in una sanzione amministrativa da 81 a 326 euro e la decurtazione di 5 punti dalla patente
SEGGIOLINI ANTIABBANDONO OBBLIGATORI - Da domani 7 novembre scatta l'obbligo per...

Stop alle aperture domenicali: e' giusto per tutelare i piccoli esercizi?
Stop alle aperture domenicali: e' giusto per tutelare i piccoli esercizi?
(Roma)
-

STOP ALLE APERTURE DOMENICALI, A CHE PUNTO SIAMO - Dopo un anno, Luigi Di Maio rilancia la vecchia battaglia pentastellata contro l'apertura domenicale degli esercizi commerciali, consentita dalle liberalizzazioni del governo Monti.
STOP ALLE APERTURE DOMENICALI, A CHE PUNTO SIAMO - Dopo un anno, Luigi Di Maio...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati