Ricetta e preparazione Quiche di polenta

(Genova)ore 16:05:00 del 20/11/2018 - Categoria: , Cucina

Ricetta e preparazione Quiche di polenta

Una volta che saranno pronte (14) trasferitele in un piatto e mettetele un attimo da parte.

 

Una torta salata senza pasta sfoglia né pasta brisé, ma con una base dorata e saporita di polenta integrale: la quiche di polenta è un un piatto unico originale e gustoso, che unisce la migliore tradizione dei tipici sformati francesi a un alimento che ha fatto la storia della cucina contadina italiana. Il risultato è un piatto succulento, da gustare ben caldo, in cui le note rustiche della polenta integrale incontrano i sapori delicati del ripieno. Con i suoi ingredienti semplici e genuini, la quiche di polenta si prepara in poche mosse, ed è perfetta da servire per un pranzo o una cena durante la stagione fredda o per arricchire con un tocco insolito un brunch o un buffet. E potete starne certi: con questa quiche conquisterete anche i vostri ospiti più tradizionalisti!

Ingredienti per una teglia da 25 cm di diametro

Farina di mais integrale per polenta istantanea 185 g Acqua 750 g Sale grosso q.b. Olio extravergine d'oliva circa 40 g

PER IL RIPIENO

Biete 120 g Funghi champignon 130 g Panna fresca liquida 250 g Uova (medie) 3 Parmigiano reggiano (da grattugiare) 50 g

Come preparare la Quiche di polenta

Per preparare la quiche di polenta iniziate dalla preparazione della base, ovvero dalla polenta: mettete sul fuoco una pentola con l'acqua (1) e, quando questa sarà giunta a bollore, salate e versare circa 10 d'olio (2). Poi versate la polenta a pioggia mescolando con una frusta (3)

Abbassate il fuoco e cuocete la polenta a fuoco lento per circa 8 minuti, mescolando con una frusta o un cucchiaio di legno (4). Quando la polenta sarà cotta (5) oliate con circa 10 g di olio una teglia da 25 cm di diametro (6), distribuendo bene l'olio su tutta la superficie con l'auto di un pennello o con della carta assorbente e versateci la polenta (7), sistemandola sul fondo e sui bordi usando una spatola o un cucchiaio, in modo da compattarla bene (8-9).

Una volta che avrete sistemato la polenta (10) lasciatela raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigo per circa 15 minuti, o il tempo che si rassodi. Nel frattempo passate alla preparazione del ripieno: lavate le biete ed eliminate la parte più dura dei gambi (11), poi versatele in una padella dove avrete versato circa 20 g di olio (12).

Coprite la padella con un coperchio (13) e lasciate cuocere per qualche minuto: le biete devono soltanto scottarsi. Una volta che saranno pronte (14) trasferitele in un piatto e mettetele un attimo da parte. Passate ora ai funghi champignon: puliteli con un panno asciutto per eliminare il terriccio poi tagliate la parte finale del gambo più terrosa (15) quindi tagliateli a fettine di circa mezzo centimetro di spessore. Versate circa 10 g di olio in padella e aggiungete i funghi (17), che dovranno cuocere per al massimo 2-3 minuti (18). Quando i funghi saranno cotti, metteteli da parte in un piatto.

In una ciotola sbattete le uova con una frusta (19) e, sempre mescolando con una frusta, aggiungete la panna fresca liquida (20) e il Parmigiano grattugiato (21).

Aggiungete un pizzico di sale e pepe a piacere (22). A questo punto riprendete la teglia con la polenta e versateci il composto di panna fresca e uova (23), riempiendo con atttenzione la base di polenta (24).

Sistemate le biete sovrapponendole e incrociandole, come per creare un motivo a losanghe (25) e poi sistemate anche i funghi negli spazi vuoti tra le foglie di biete (26). Cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per circa 40 minuti, e una volta sfornata servite: la vostra quiche di polenta è pronta per essere gustata (27)!

Conservazione

Si consiglia di consumare la quiche di polenta ben calda, appena sfornata. Se ve ne dovesse avanzare si può conservare per 2-3 giorni in frigorifero, in un piatto ben coperto da pellicola trasparente. In alternativa potete congelare la quiche da cotta, intera o già porzionata, e riscaldarla in forno all'occorrenza.

Consiglio

Potete velocizzare i tempi di preparazione preparando la base di polenta il giorno prima: una volta che l'avrete sistemata nella teglia potete coprirla con la pellicola trasparente e conservarla in frigorifero. Potete anche variare la composizione del ripieno, utilizzando un altro tipo di funghi, gli spinaci al posto della bieta o aggiungendo i vostri ingredienti preferiti.

Giallozafferano

 

Inserzionista Gregorio

ALTRE News
Cucina facile: Uova alla monachina
Cucina facile: Uova alla monachina
(Genova)
-

Le uova ripiene sono un classico fra gli antipasti di Pasqua, ma quelle che vi proponiamo oggi hanno una marcia in più: le uova sode infatti vengono prima farcite con un composto di besciamella e tuorli, per poi essere impanate e fritte!
  Le uova ripiene sono un classico fra gli antipasti di Pasqua, ma quelle che...

Cucina: Simnel cake
Cucina: Simnel cake
(Genova)
-

Si tratta quindi di una ricetta strettamente legata alla tradizione, dal profondo significato religioso, che nonostante possa sembrare lontana dai nostri gusti, merita sicuramente un assaggio… vedrete che la simnel cake saprà stupire sia voi che i vostri
  SIMNEL CAKE RICETTA - Dalla colomba alla pastiera, passando per tutte le...

Ricetta e preparazione Pizza di carne
Ricetta e preparazione Pizza di carne
(Genova)
-

Mentre la carne cuoce in forno, dedicatevi alla provola e seguite questo nostro trucchetto per velocizzare il passaggio del cubettarla.
  Qualcuno potrebbe infastidirsi nel sentirla chiamare pizza, ma la pizza di...

Cucina: Conchiglioni ripieni
Cucina: Conchiglioni ripieni
(Genova)
-

Far rosolare il trito di verdure in una casseruola con l'olio quindi aggiungere la carne macinata e fate rosolare, poi sfumate con il vino bianco.
  I conchiglioni sono un formato di pasta che accende la fantasia: si prestano...

Ricetta e preparazione Sardenaira
Ricetta e preparazione Sardenaira
(Genova)
-

Intorno al 1450 nasce a Nizza la pissaladière, una gustosa focaccia condita con cipolle e acciughe.
  Intorno al 1450 nasce a Nizza la pissaladière, una gustosa focaccia condita...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati