Pokemon Let's Go Eevee: cosa conoscere

(Ancona)ore 22:44:00 del 29/11/2018 - Categoria: , Videogames

Pokemon Let's Go Eevee: cosa conoscere

Le palestre hanno i medesimi capopalestra di Pokemon Rosso, Blu e Giallo, con le stesse tipologie di Pokemon, e nelle stesse città.

 

Pokemon Let’s Go Eevee e Pokemon Let’s go Pikachu sono i due nuovi titoli Pokemon usciti per la console Nintendo Switch, disponibili a partire dal 16 Novembre 2018. Ecco tutte le novità, i richiami alla saga anime, e le nostre opinioni!

QUANDO POKEMON GIALLO E POKEMON GO SI UNISCONO

Pokemon Le’ts Go, è un’ardita fusione tra il videogioco Pokemon Giallo, uscito negli anni 90 per Game Boy, e il decisamente più recente Pokemon Go, gioco in realtà aumentata disponibile su dispositivi mobile (android e iOS). La combinazione può sembrare strana: dalle origini, fino alle più recenti tecnologie. Eppure, nell’insieme, il gioco riesce a creare una sinergia divertente e leggera, col chiaro intento di accontentare tutti.

Da una parte, infatti, troviamo la nostalgia per i primi titoli, per la genesi della saga iniziale. E chiunque sia stato bambino negli anni 90, e abbia avuto il piacere di giocare ad uno dei primi videogiochi, oppure di guardare la serie anime, non possono che saltare alla mente un’infinità di ricordi ed emozioni.

Dall’altra, invece, l’aumento di velocità e leggerezza di alcune nuove meccaniche introdotte, sull’onda di Pokemon Go, posso tranquillamente incontrare il gusto di nuovi giocatori. Anche grazie ad un preset di personaggi tra cui scegliere (maschili e femminili), una caratterizzazione che permette di sentirsi più partecipi all’interno dell’esperienza.

LA STORIA

Come in tutti i giochi Pokemon, si comincia come un giovane e imberbe allenatore, in procinto di iniziare la propria avventura e il proprio percorso nel mondo delle palestre, della Lega e del gotta catch’em all. Proprio come nei primi titoli, siamo accompagnati in questo percorso dalla guida del Professor Oak, e come in Pokemon Giallo il nostro frizzante starter (Eevee o Pikachu) non ha alcuna intenzione di restare nella sua pokeball.

Se non altro, il Professore, non sembra più essere confuso sulla vostra appartenenza all’uno o all’altro sesso, durante la selezione e creazione del personaggio.

Il rapporto tra allenatore e starter, è proprio come quello di Ash e Pikachu della serie televisiva: il nostro numero uno ci seguirà ovunque andremo, ci farà sapere quando qualcosa lo rende allegro o infastidito, e ci farà sapere se troverà oggetti nascosti interessanti nelle immediata vicinanze.

Le palestre hanno i medesimi capopalestra di Pokemon Rosso, Blu e Giallo, con le stesse tipologie di Pokemon, e nelle stesse città.

Il punto di innovazione, rispetto ai titoli degli anni 90, sulla narrazione della storia, pressochè molto similare, sono le cutscene, e l’estrema dolcezza e tenerezza dello starter, che partecipa in maniera più diretta e presente alle conquiste e agli incontri del nostro allenatore.

IL GAMEPLAY COSTRUITO DA ANNI DELLA SAGA

Il sistema di combattimento: gli scontri avvengono esclusivamente con altri allenatori, coi capipalestra o in caso di eventi particolari. Non è infatti più possibile lottare con un pokemon normale, per conquistarlo. Come nei titoli più recenti, sono presenti i combattimenti doppi 2 allenatori vs 2 allenatori. Ma di conseguenza, per il giocatore, anche un 2 vs 1.

Il sistema di potenza dei Pokemon: ogni pokemon ha le proprie statistiche, le proprie predisposizioni e il proprio carattere

allevamento: in realtà in questo titolo

Pokemon Alola: sono disponibili all’interno del gioco, ad esempio tramite scambi coi PNG di quella regione.

LE NOVITÀ DEL GAMEPLAY

gotta catch’em all: la cattura dei Pokemon ricalca quella dell’app mobile in realtà virtuale. Infatti invece di dover affrontare come un tempo i selvatici, abbassando loro la vita fino al momento più opportuno per lanciare la propria ball, lo scopo è ora fare il tiro migliore, addolcendo le bestiole con bacche. E’, inoltre, il metodo più veloce per guadagnare esperienza velocemente, utilizzando i fattori di moltiplicazione della cattura (combo tipo, al primo colpo, tiro eccellente, etc.)

l’erba alta: per la prima volta in un gioco Pokemon, è possibile vedere quali mostriciattoli strisciano nell’erba, pronti a scontrarsi con noi. Ma non solo: si potrà vedere in anteprima la “dimensione” del Pokemon, grazie ad un bagliore

Dimensioni: come in Pokemon Go, anche in Let’s Go diventano significative le dimensioni Grandi (L – XL) o Piccole (S – XS), facilmente individuabili dall’aura rossa o azzurra che circonda i Pokemon selvatici.

PL: tornano i Punti Lotta di Pokemon Go. Non è ancora chiaro come vengano esattamente calcolati – di certo hanno a che fare le statistiche, nel loro complesso.

Multiplayer locale: per la prima volta è possibile giocare ad un gioco Pokemon in due. La presenza dell’allenatore di accompagnamento è limitata, e soggetta alle scelte del primo giocatore, ma nelle battaglie ognuno può decidere quali pokemon usare e che mosse effettuare.

Come in ogni Pokemon che si rispetti, è possibile effettuare scambi tra allenatori, reali o PNG. Lo scambio, anche attraverso l’applicazione Pokemon GO, è anche l’unico modo per ottenere i Pokemon esclusivi delle due versioni (come Growlith presente solo in Pikachu e Vulpix esclusivo di Eevee) oppure le versioni Alola.

IL LATO KAWAII DEI POKEMON

La cuteness è sicuramente una componente significativa del gioco, anche se ricalca elementi già rilasciati con gli ultimi titoli per console portatile.

Infatti, è possibile fare le coccole al proprio starter, dargli caramelle da mangiare per potenziarlo, giocarci insieme e persino… vestirlo a tema, per renderlo pandan con il nostro allenatore.

Da: QUI

 

Inserzionista Luca

ALTRE News
Pokemon Masters: cosa sapere
Pokemon Masters: cosa sapere
(Ancona)
-

Qui si terrà un importante torneo noto come World Pokémon Master (WPM), in cui tutti i migliori allenatori delle varie regioni si sfideranno in lotte 3 vs 3.
  RECENSIONE POKEMON MASTERS - DeNA e The Pokémon Company hanno da poco...

La prova di Gears 5
La prova di Gears 5
(Ancona)
-

Il cambio di prospettiva JD > Kait arriva in concomitanza con un ulteriore, eclatante cambiamento: abbandoneremo le strade e gli angusti corridoi della città per esplorare sconfinate distese ghiacciate e lande desertiche, con tanto di bussola e veicolo.
  RECENSIONE GEARS 5 - Gli autori sono riusciti a mettere insieme vari elementi...

La prova di Dying Light 2
La prova di Dying Light 2
(Ancona)
-

A ciò andrà a sommarsi anche la modalità cooperativa fino a quattro giocatori, la quale ci permetterà di ‘invadere’ l’avventura di altri utenti (magari in scenari totalmente differenti da quello affrontato precedenza).
  ANTEPRIMA DYING LIGHT 2 - Tornare a immergersi tra le maestose rovine...

La prova di Gears Pop
La prova di Gears Pop
(Ancona)
-

e non possiamo che avere un’opinione estremamente positiva sia del matchmaking, incredibilmente rapido, sia della tenuta delle partite stesse, che non hanno mai causato alcun tipo di problema.
  RECENSIONE GEARS POP - In prima battuta Gears POP! si pone come un tower...

La prova di Predator Hunting Grounds
La prova di Predator Hunting Grounds
(Ancona)
-

Ovviamente, mancando ancora diversi mesi prima dell’uscita del gioco ci auguriamo che il team Illfonic si rimbocchi seriamente le maniche, correggendo il gran numero di imperfezioni riscontrate in questo primo test giocabile (e magari dando una ritoccata
  PREDATOR HUNTING GROUND ANTEPRIMA - Immaginate di essere in una foresta,...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati