Legge elettorale: la vergogna continua

(Roma)ore 08:18:00 del 04/02/2017 - Categoria: , Editoria, Politica, Sociale

Legge elettorale: la vergogna continua

Possibile che passi la sua vita alla ricerca continua e incessante di nemici da combattere, e se non li trova se l'inventa?

Ehi, Matteo! Ma hai avuto mille giorni di tempo per abolire i vitalizi! Come mai questo argomento non è mai stato all'ordine del giorno del tuo governo? Eravate troppo impegnati a confezionare riforme incostituzionali o porcherie sonoramente bocciate dal popolo o dalla Suprema Corte? Ma dimmi, come mai avete votato contro il dimezzamento delle indennità parlamentari? E come mai incassate 50 milioni di "rimborsi elettorali"? Che tu fossi un bugiardo si sapeva, ma che avessi una simile faccia di bronzo ancor più di quella che hai esibito per tre anni non ci era ancora noto! E tu vorresti, con quella faccia, tornare a comandare in questo disgraziato paese? Ne abbiamo davvero abbastanza delle tue menzogne e, soprattutto, ne abbiamo abbastanza della tua tracotanza! Sei solo un gradasso, un pallone gonfiato ... La batosta che ti sei preso il 4 dicembre davvero non ti ha insegnato nulla. Io spero solo che le prossime elezioni, qualsiasi gioeno saranno fatte, ti consegnino al cestino dei rifiuti della storia!

Come farsi 900 nemici con poche, inutili, insensate parole.

Matteo Renzi ieri, non sapendo più cosa inventarsi, la modifica dell'Irpef è parsa subito una baggianata di quelle classiche, spara: Dobbiamo andare subito ad elezioni per evitare che maturino i vitalizi. 600 deputati e 300 senatori, sicuramente si saranno alzati in piedi per un standing ovation di oltre un'ora. Ma come gli vengono certe pensate? Lo consiglia Belzebù in persona? Possibile che passi la sua vita alla ricerca continua e incessante di nemici da combattere, e se non li trova se l'inventa? Ma è un'ossessione la sua!

"Evitare che scattino i vitalizi", detto da quello che un mese prima dell'elezione a presidente della provincia di firenze si è fatto assumere come dirigente dall'azienda del padre per incamerare 48mila euro di contributi figurativi del tfr versati dai contribuenti, mi pare l'ennesima televendita malriuscita del bomba

Inserzionista Alberto

ALTRE News
Corruzione, Italia peggior Paese Occidentale: ci costa 230 miliardi l'anno
Corruzione, Italia peggior Paese Occidentale: ci costa 230 miliardi l'anno
(Roma)
-

I risultati di uno studio europeo: il nostro Paese è il peggiore tra quelli occidentali. Con quello che viene sottratto alla comunità si potrebbero risolvere le principali emergenze sociali
E' l'Italia il Paese con il più alto livello di corruzione in Europa. Almeno in...

Lega: stop IMMIGRATI alle agevolazioni per famiglie numerose
Lega: stop IMMIGRATI alle agevolazioni per famiglie numerose
(Roma)
-

Con un emendamento alla manovra approvato dalla commissione Bilancio, il governo ha escluso le famiglie formate da extracomunitari in regola dall’accesso alle agevolazioni economiche destinate ai nuclei familiari numerosi, gli sconti della cosiddetta ‘car
La Lega punta a escludere gli extracomunitari dalle agevolazioni per le famiglie...

Andalusia: trionfa l'estrema destra dopo 36 anni di socialismo
Andalusia: trionfa l'estrema destra dopo 36 anni di socialismo
(Roma)
-

Con le elezioni celebrate ieri, domenica, l'Andalusia, la regione piu' popolata della Spagna, compie un passo senza precedenti verso destra, mettendo fine al dominio dei socialisti, durato ben 36 anni, e spalancando le porte alla nuova destra nazionalista
Con le elezioni celebrate ieri, domenica, l'Andalusia, la regione piu' popolata...

A NAPOLI la fermata BUS piu' BELLA DEL MONDO
A NAPOLI la fermata BUS piu' BELLA DEL MONDO
(Roma)
-

Ci sono due fermate dell’autobus in via Posillipo che per collocazione sono dei veri e propri capolavori involontari: le pensiline trasparenti danno le spalle allo straordinario spettacolo del Golfo di Napoli con Vesuvio e Castel dell’Ovo.
Via Posillipo è la lunga strada panoramica che sale su verso la zona collinare...

Decreto Sicurezza: la lettera di Salvini
Decreto Sicurezza: la lettera di Salvini
(Roma)
-

La scelta di scrivere direttamente ai territori nasce anche dalle tante polemiche di questi giorni su un decreto che rischia di complicare molto la gestione delle strutture coordinate proprio dagli enti locali.
Dopo il via libera sul decreto Sicurezza e Immigrazione, per il quale è stato...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati