La prova di Sekiro Shadows Die Twice

(Bologna)ore 08:46:00 del 29/03/2019 - Categoria: , Videogames

La prova di Sekiro Shadows Die Twice

Ma attenzione: se la storyline principale ha un senso immediatamente comprensibile a tutti, lo stesso non si può dire per i dialoghi coi personaggi con cui interagirete, che sono sibillini e lasciano spazio a diverse congetture.

 

SEKIRO SHADOWS DIE TWICE RECENSIONE - Se pensate anche solo lontanamente di potervi approcciare a Sekiro: Shadows Die Twice alla stessa maniera di un qualunque souls, il vostro impatto col gioco sarà tremendo e brutale. Rimarrete avviliti, tremanti, sarete divorati vivi dalla sua estrema difficoltà e non andrete molto avanti.
Fate dunque un reset e cambiate metodo di approccio, perché Sekiro è una rivoluzione per il genere e propone un sistema di combattimento inedito, dove il fortissimo senso di appagamento va di pari passo con la ferrea volontà di dedicarvi anima a corpo alle vostri arti di attacco e difesa. Giocare a Sekiro con poco impegno è fuori discussione: From Softwarevuole che impariate a essere e agire come uno shinobi, e in quanto tale, i vostri margini di errore saranno ridotti all’osso. Sbagliare un paio di mosse consecutive significa morire. Prendere sottogamba un qualunque nemico è l’anticamera di ogni vostro fallimento.

SEKIRO SHADOWS DIE TWICE RECENSIONE - Il Dono del Lupo
Sekiro non è un souls-like nel senso più stretto del termine, ma va considerato un action con molti, moltissimi degli elementi che hanno portato alla ribalta lo studio di sviluppo giapponese. Segue una sua via ben precisa che, per buona parte, conduce la nuova creatura di From Software verso un sentiero non ancora battuto da nessuno.
Innanzitutto, Sekiro: Shadow Die Twice abbraccia una narrazione principale molto più chiara e decisamente meno abbozzata. Ma attenzione: se la storyline principale ha un senso immediatamente comprensibile a tutti, lo stesso non si può dire per i dialoghi coi personaggi con cui interagirete, che sono sibillini e lasciano spazio a diverse congetture. A fronte dunque della storia di Lupo (questo il nome del protagonista), c’è anche qui una “lore” da decifrare, assieme a diversi messaggi nascosti e piuttosto ermetici.

Anche noi dovremo tenere sotto controllo questo indicatore. Le parate fuori tempo, infatti, lo riempiranno più velocemente del previsto, lasciandoci scoperti per qualche secondo. Saltuariamente i nemici più grossi si prepareranno a sferrare dei colpi particolarmente potenti. In quel caso un ideogramma rosso apparirà sullo schermo lasciando la possibilità di decidere se provare a contrattaccare con la tecnica chiamata "mikiri" o allontanarci con una schivata o con un salto.

SEKIRO SHADOWS DIE TWICE RECENSIONE - I combattimenti, spesso, saranno a singolar tenzone.

In alternativa si può usare la protesi che il protagonista ha sul braccio sinistro: questa può essere trasformata in un'ascia, una specie di balestra o in una miccia capace di incendiare la spada. Durante l'avventura troveremo altre specialità del braccio e potremo potenziare quelle già mostrate. Gli oggetti, infine, sono in grado di dare al protagonista qualche vantaggio tattico, consentendogli di curarsi, migliorare la difesa o distrarre i nemici.

L'impressione è comunque quella che, a meno di sorprese che mostrino una componente ruolistica più marcata, in Sekiro: Shadows Die Twice occorrerà essere più abili che in Dark Souls per vedere i titoli di coda. La flessibilità dei Souls nel consentire al giocatore di scegliere quale approccio al combattimento utilizzare, se prudente, dalla distanza, leggero o pesante, o di andare a farmare per poter accumulare maggiori poteri, qui sembra assente.

Il boss finale della demo, infatti, oltre a richiedere tre volte di essere abbattuto mostrava una fluidità dei movimenti davvero notevole, che si traduceva in attacchi molto precisi, in grado di modificarsi in corsa, e una certa indifferenza ai nostri colpi. Non c'erano trucchi o strategie particolari da applicare: solo la pratica consentirà di affrontare i boss più arcigni ad armi pari e solo i giocatori più abili non rischieranno di rimanere bloccati contro un avversario a lungo.

Una sfida che riempirà di adrenalina alcuni, ma che potrebbe scoraggiare coloro che nei Souls e persino in Bloodborne hanno avuto un approccio più prudente. Siamo però sicuri che From Software ci stia ancora nascondendo qualche caratteristica del suo gioco, nonostante manchi poco più di un mese alla sua uscita.

Sekiro: Shadows Die Twice, infatti, arriverà nei negozi il prossimo 22 marzo su Steam, Xbox One e PlayStation 4.

 

Inserzionista Gerardo

ALTRE News
Judgment: guida passo passo
Judgment: guida passo passo
(Bologna)
-

Perchè poi, al netto di qualche difetto di gioventù, le costanti di entrambi i brand sono rappresentate da personaggi scritti divinamente e caratterizzati ancora meglio dal cast di attori (anche Hamura, il personaggio sostituito all’ultimo per le note vic
  JUDGMENT RECENSIONE - Quando il team Ryu ga Gotoku Studio responsabile della...

Giochi per ragazze android migliori
Giochi per ragazze android migliori
(Bologna)
-

GIOCHI PER RAGAZZE ANDROID - Decine di applicazioni nascono ogni giorno suoi dispositivi mobili e sempre più ci ritroviamo a non sapere qual è quella giusta e che possa fare al nostro caso.
GIOCHI PER RAGAZZE ANDROID - Decine di applicazioni nascono ogni giorno suoi...

Videogames: The Elder Scrolls Online Elsweyr
Videogames: The Elder Scrolls Online Elsweyr
(Bologna)
-

Non ci resta che attendere l'uscita, prevista per giugno, per scoprire quanto questo pacchetto riuscirà a convincere vecchi e nuovi utenti a rimettersi a giocare ancora una volta all'MMO.
  THE ELDER SCROLLS ONLINE ELSWEYR RECENSIONE - Per chi no lo ricordasse, TES:...

La prova di Outer Wilds
La prova di Outer Wilds
(Bologna)
-

La verità è che durante le sessioni iniziali si fa difficoltà ad accettare un evento così traumatico e angosciante come l’apocalisse.
  OUTER WILDS - Outer Wilds è un’esclusiva console Xbox One, di questi tempi...

Oculus Rift S: anteprima e recensione
Oculus Rift S: anteprima e recensione
(Bologna)
-

Anche sul piano tecnico questo nuovo modello prende le distanze dal suo predecessore: il visore monta un display LCD "fast-switch" in sostituzione dello schermo OLED appartenente al primo RIft, ed una risoluzione pari a 2560x1440p totali per un refresh ra
RECENSIONE OCULUS RIFT S - Oculus Rift S, così come il suo fratellino minore...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati