Il lavoro dignitoso? NON ESISTE

(Avellino)ore 10:03:00 del 04/05/2019 - Categoria: , Lavoro

Il lavoro dignitoso? NON ESISTE

Che dignità ci sarà mai nell'arrivare a sera con la schiena spezzata e sentirsi così stanchi da non aver neppure più voglia di fare l'amore o giocare con i propri figli?

Se pensi alla ricerca della felicità e ti viene in mente Will Smith è esattamente questo il problema. Un messaggio completamente sbagliato che ci stordisce come una modica dose di erba, ci fa sembrare di aver trovato la soluzione e ci culla invece nella mediocrità e nella tristezza.

Andiamo velocemente al film: come il protagonista trova la felicità?

I passaggi sono più o meno i seguenti: Lavoro da schifo > problemi di soldi > lavoro fantastico > un pacco di soldi > risoluzione problemi > felicità.

E come si avvia tutto questo? Qual è la leva? Il protagonista che passa davanti Wall Street e vede un’auto lussuosa parcheggiata. Chiede: “cosa bisogna fare per potersela comprare?” La risposta da quel punto in poi sarà lo scopo.

Il messaggio a guardare bene è che soldi= felicità; lavoro che ti da un sacco di soldi = lavoro felice

Il protagonista aveva uno splendido rapporto con il figlio già da povero, in mezzo si separa dalla moglie, alla fine lo ritroviamo con il figlio (già felice squattrinato) e ancora separato dalla moglie. Cos’è cambiato? I soldi. Potremmo anche dire la realizzazione professionale ma non sappiamo quanto sia vero dato che alla base, la motivazione, si parte da un fattore economico e da un calcolo economico.

Non ce dignità nell'introdurre cibo nel proprio corpo mentre si è ancora assonnati, non nel confrontarsi con il cronometro per non arrivare in ritardo al lavoro.

La verità è che ci hanno convinti con la paura e con l'inganno che ci sia qualcosa di dignitoso nel lavorare per più di 40 anni della nostra vita, nel compiere azioni meccaniche, assolutamente deleterie per le nostre menti, perché tutto il tempo speso in fabbrica o in ufficio, in auto o in metropolitana per spostarci da casa a lavoro, è tempo che avremmo potuto dedicare ad evolverci, a leggere, a comprendere, per essere più intelligenti, e così avremmo potuto creare finalmente una società senza odio e senza guerre, dove il benessere di tutti venga prima del PIL o dello SPREAD...

Ma che dignità ci sarà mai nello spazzare pavimenti a 6 euro l'ora? Magari a più di 20 km da casa tua? Che dignità ci sarà mai nell'arrivare a sera con la schiena spezzata e sentirsi così stanchi da non aver neppure più voglia di fare l'amore o giocare con i propri figli?

Questa non è dignità, è solo sopravvivenza e a chi va bene così, perché "grazie a Dio ho un lavoro..." perdonateli...perché non sanno quel che dicono, non hanno sviluppato sufficiente intelligenza per accorgersi di essere solo degli ingranaggi tra l'altro malretribuiti, utili solo come forza lavoro per l'economia globale.

Ed ora accusateci pure di essere degli scansafatiche, di non avere il senso del "dovere", di essere degli irresponsabili, ma noi abbiamo diritto al voler vivere davvero DIGNITOSAMENTE, quanto voi avete il diritto di continuare a vivere nell'ignoranza più totale.

La vera dignità è lavorare massimo 4 ore al giorno, lavorando in sicurezza e guadagnando uno stipendio che permetta a tutti di arrivare serenamente alla fine del mese, senza ansie opprimenti da debiti e tasse, senza l'incubo di affrontare un altro giorno di lavoro in un posto che si odia e ci deprime, senza sentirci costretti a fare per una vita qualcosa che non ci piace, che non sentiamo dentro...

La vera dignità non sta nell'avere un lavoro, ma nell'avere un lavoro che da una parte ci permetta di mantenerci ed essere autonomi e dall'altra ci garantisca abbastanzatempo libero da coltivare le nostre passioni, le nostre amicizie e i nostri amore.

Tutto il resto è Schiavitù.
Inserzionista Gerardo

ALTRE News
250mila giovani via in 10 anni dall'Italia: quanto ci costa?
250mila giovani via in 10 anni dall'Italia: quanto ci costa?
(Avellino)
-

Presentato a Palazzo Chigi il nono Rapporto annuale sull’economia dell’immigrazione: quasi un quinto di queste persone viene dalla Lombardia (18,3%)
250 MILA GIOVANI EMIGRATI IN 10 ANNI - Duecentocinquantamila giovani sono andati...

Boom di giovani neet in Italia: senza lavoro, ne studio, ne corsi di formazione
Boom di giovani neet in Italia: senza lavoro, ne studio, ne corsi di formazione
(Avellino)
-

Il nostro paese al top della classifica europea. La Sicilia in testa fra le regioni seguita da Calabria e Campania. In europa la media dei Neet è il 12 per cento: da noi il 23,4
BOOM DI GIOVANI NEET IN ITALIA - Secondo i risultati di una ricerca di Unicef,...

Dai migranti in Italia il 9% del PIL
Dai migranti in Italia il 9% del PIL
(Avellino)
-

Sono questi alcuni degli elementi che emergono dal nono Rapporto annuale sull’economia dell’Immigrazione, a cura della Fondazione Leone Moressa, presentato oggi (8 ottobre) a Roma.
QUANTO LAVORANI GLI IMMIGRATI IN ITALIA - Negli ultimi anni l’Italia sta...

Manovra: confermati bonus 80 euro e rimodulazione IVA
Manovra: confermati bonus 80 euro e rimodulazione IVA
(Avellino)
-

MANOVRA, BONUS 80 EURO E RIMODULAZIONE IVA - Il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri conferma la completa sterilizzazione degli aumenti dell’IVA previsti dalle clausole di salvaguardia ma non esclude possibili rimodulazioni dell’aliquota per un sistem
MANOVRA, BONUS 80 EURO E RIMODULAZIONE IVA - Il Ministro dell’Economia Roberto...

Il paradosso tutto italiano: meno guadagno meno paghi
Il paradosso tutto italiano: meno guadagno meno paghi
(Avellino)
-

Lo studio del Senato: fino ai 28 mila euro gli aumenti di stipendi rischiano di finire divorati dal mix di aliquote e mancati bonus e detrazioni
MENO GUADAGNI, MENO PAGHI - Un primo spunto di riflessione viene dalle tasse...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati