Droghe leggere: cosa non ti dicono

NAPOLI ore 13:15:00 del 19/03/2016 - Categoria: Denunce, Esteri, Politica, Sociale - Droghe

Droghe leggere: cosa non ti dicono

Vista la caduta dei prezzi, il rischio concreto è che adesso i contadini della Sierra Madre Occidental (la catena montuosa della costa occidentale) cambino la coltivazione di cannabis per quella di oppio da cui si ricava l’eroina. Ciò nonostante – sosteng

A quanto ammontano i profitti della vendita di marijuana e cosa succederebbe alle casse dei narcos se il suo uso venisse consentito? Secondo un recente studio del senato messicano, gli Stati Uniti continuano ad essere il principale mercato – quasi la metà della produzione viene “fumata” dal vicino del nord – ed i guadagni che i cartelli ricavano dalla cannabis sfiorano i 2 miliardi di dollari. Tuttavia, la progressiva legalizzazione della marijuana negli Usa (23 Stati consentono l’uso medico e altri quattro, più la capitale Washington, ne permettono il consumo a fini ricreativi) sta provocando una minore domanda dell’erba messicana considerata di peggiore qualità.

Come conseguenza della legalizzazione negli Stati Uniti il prezzo che i piccoli produttori ricevono per un chilo di marijuana a Badiraguato – piccolo comune dello Stato di Sinaloa – è sceso negli ultimi quattro anni da 100 a 30 dollari. Vista la caduta dei prezzi, il rischio concreto è che adesso i contadini della Sierra Madre Occidental (la catena montuosa della costa occidentale) cambino la coltivazione di cannabis per quella di oppio da cui si ricava l’eroina. Ciò nonostante – sostengono i legislatori messicani – la legalizzazione di questa droga leggera ridurrebbe “tra il 15% e il 26% i profitti dei trafficanti di droga”.

Le cifre legate al business della cannabis negli Stati Uniti sono impressionanti. Un recente rapporto dell’istituto ArcView Market prevede che il mercato della cannabis legale negli Usa crescerà quest’anno del 25% raggiungendo un fatturato di 6,7 miliardi di dollari. La stima per il 2020 parla addirittura di un giro d'affari che potrebbe arrivare a 22 miliardi. La conferma che la crescita del settore della marijuana legale negli Stati Uniti abbia messo in difficoltà i cartelli della droga in Messico è data anche dal minor quantità di sequestri di cannabis al confine, la più bassa degli ultimi 10 anni.

Rendere legale la coltivazione e il consumo dell'erba in America e in Messico priva i cartelli della droga di enormi profitti. Il business dei trafficanti si riduce sensibilmente: un quarto dei guadagni in meno.

La produzione di cannabis negli USA avviene di solito in serre che impiegano alta Tecnologia; le piante possiedono quindi una percentuale di THC – il principio attivo della marijuana – molto superiore rispetto a quella prodotta dalla canapa in Messico. "Non sono affatto sorpreso che i consumatori scelgano di acquistare in modo legale piuttosto che al mercato nero dove il prodotto non è testato e può essere adulterato”, ha dichiarato Tom Angell, presidente della Marijuana Majority, una lobby antiproibizionista americana.

Intanto prosegue la guerra dell'esercito messicano contro le piantagioni a Sinaloa. Sono nei primi mesi del 2016 i militari hanno distrutto più di 50 coltivazioni di marijuana sequestrando 8 tonnellate di erba.

Inserzionista Carmine

ALTRE News
Concorsi pubblici: 3mila vincitori aspettano ancora assunzione!
Concorsi pubblici: 3mila vincitori aspettano ancora assunzione!

-

Concorsi pubblici, il futuro incerto (e forse amaro) per migliaia di idonei
VINCITORI CONCORSI PUBBLICI ATTENDONO RISPOSTE... Sono ancora più di 3mila...

NO a inciuci per tenersi la poltrona: gli italiani vogliono il VOTO
NO a inciuci per tenersi la poltrona: gli italiani vogliono il VOTO

-

La crisi di governo stenta a risolversi: gli ultimi sondaggi politici elettorali di oggi 23 agosto annunciano il calo della Lega e la volontà di tornare alle urne.
CRISI GOVERNO, GLI ITALIANI VOGLIONO VOTARE - Si possono mettere insieme il...

La Sapienza di Roma miglior universita' Italiana
La Sapienza di Roma miglior universita' Italiana

-

MIGLIOR UNIVERSITA' ITALIANA LA SAPIENZA DI ROMA - La Sapienza si conferma tra le migliori università al mondo e prima università italiana.
MIGLIOR UNIVERSITA' ITALIANA LA SAPIENZA DI ROMA - La Sapienza si conferma tra...

Nevica microplastica sull'Artico: stiamo distruggendo la nostra Terra
Nevica microplastica sull'Artico: stiamo distruggendo la nostra Terra

-

NEVICA PLASTICA SULL'ARTICO - Un gruppo di scienziati tedeschi e svizzeri ha trovato minuscoli frammenti di plastica e gomma nella neve caduta sullo stretto di Fram, il tratto di mar Glaciale Artico tra le isole Svalbard e la Groenlandia, in quantità tali
NEVICA PLASTICA SULL'ARTICO - Un gruppo di scienziati tedeschi e svizzeri ha...

1 italiano su 3 non sa navigare su Internet: SIAMO TRA I PEGGIORI D'EUROPA
1 italiano su 3 non sa navigare su Internet: SIAMO TRA I PEGGIORI D'EUROPA

-

“In Italia troppi analfabeti digitali” ecco di dati dellʼOcse, peggio di noi solo Turchia e Cile
ANALFABETISMO DIGITALE IN ITALIA - Internet accompagna le nostre vite in ogni...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati