Banda larga: in Italia le connessioni fanno SCHIFO

(Bari)ore 14:39:00 del 15/04/2018 - Categoria: , Denunce, Internet

Banda larga: in Italia le connessioni fanno SCHIFO

L'ultimo rapporto di Akamai sullo stato di Internet nel mondo fotografa la pietosa situazione italiana

Inutile girarci troppo intorno: l'Internet italiano fa schifo, talmente tanto che guardando la regione EMEA che include Europa, Medio Oriente e Africa, siamo in fondo a quasi tutte le classifiche, davanti solo al Sud Africa. La velocità media delle connessioni italiane registrate da Akamai è di 6,1 Mbit/s, con una crescita anno su anno del 17%. Se vi viene da dire "beh, dai, almeno stiamo migliorando" mordetevi la lingua fino a leggere questi dati: la Repubblica Ceca cresce del 22%, la Romania del 38%, la Polonia del 32%, l'Ungheria del 26%, il Portogallo del 42%, e stiamo parlando di paesi che stanno tutti saldamente davanti a noi in termini di velocità medie.

Nella classifica mondiale siamo al 56° posto per velocità media, ma in Europa siamo ultimi. Meglio di noi anche Turchia ed Emirati Arabi.

L'unica classifica in cui non siamo al penultimo posto è quella della percentuale di connessione sopra i 15 Mbit/s, che con il 2,5% ci pone sopra oltre che al Sud Africa, anche agli Emirati Arabi. Bella consolazione! Ripetiamo se non fosse chiaro: le connessioni in grado di andare oltre i 15 Mbit/s in Italia sono il 2,5% del totale. Solo il 7,3% supera i 10 Mbit/s. Per chi non lo conoscesse, Akamai è una delle maggiori piattaforme di CDN (content delivery network), una delle infrastrutture che distribuiscono i contenuti di molti servizi multimediali via web: quando guardate un video su Internet, arriva dai server di aziende come Akamai.

Dove l'Italia non se la cava male, e non è una novità, è nella connettività mobile. La velocità media è di 6,1 Mbit/s, con velocità di picco superiori ai 53 Mbit/s, e tenete conto che paesi come gli Stati Uniti sono fermi a 4 da questo punto di vista. Resta un fatto: in questo mondo e in questa economia l'Italia non può più andare avanti a suon di annunci.

Da: QUI

Inserzionista Samuele

ALTRE News
Aree contaminate: 6 milioni di persone a rischio
Aree contaminate: 6 milioni di persone a rischio
(Bari)
-

Nei terreni e nelle falde dei 1.469 ettari di costa che bagna la città di Crotone è stata riscontrata, nel 2002, la presenza di zinco, piombo, rame, arsenico, cadmio, mercurio, ferro, idrocarburi, benzene, nitrati, frutto perlopiù, di uno smaltimento abus
Nei terreni e nelle falde dei 1.469 ettari di costa che bagna la città di...

Luce e gas: bollette in Italia piu' CARE IN EUROPA
Luce e gas: bollette in Italia piu' CARE IN EUROPA
(Bari)
-

Rivoluzione in arrivo dal 30 giugno 2019 per il mercato dell’energia: dopo vari rinvii ci sarà la fine del mercato di maggior tutela e il passaggio completo al mercato libero.
Rivoluzione in arrivo dal 30 giugno 2019 per il mercato dell’energia: dopo vari...

Sondaggi: 6 italiani su 10 NON vogliono l'immigrazione
Sondaggi: 6 italiani su 10 NON vogliono l'immigrazione
(Bari)
-

Censis: sei italiani su dieci non vogliono l’immigrazione
Sei italiani su dieci non vogliono immigrati extracomunitari, il 45% non ne...

Perquisizioni in casa Lega per riciclaggio di 49 milioni
Perquisizioni in casa Lega per riciclaggio di 49 milioni
(Bari)
-

Blitz della finanza a Bergamo nella sede dei commercialisti del partito dove è registrata l’associazione Più voci finanziata dal costruttore Luca Parnasi.
Non c'è pace per la Lega di Matteo Salvini. Dopo la notizia dell'indagine sul...

Tredicesima degli italiani RIMARRA' ALLO STATO
Tredicesima degli italiani RIMARRA' ALLO STATO
(Bari)
-

Fisco rapace: anche la tredicesima nel mirino dell’erario
La stretta fiscale non risparmia neanche la tredicesima. A fronte di circa 47...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati