Bambini morti in mare: LA STRAGE SILENZIOSA VERGOGNOSA

(Firenze)ore 17:10:00 del 31/05/2017 - Categoria: , Cronaca, Denunce, Esteri, Sociale

Bambini morti in mare: LA STRAGE SILENZIOSA VERGOGNOSA

Continuano le morti di bambini migranti, dimenticate: oltre 200 dall’inizio dell’anno lungo la pericolosa rotta del Mediterraneo centrale dal Nord Africa all’Italia. In media, più di un bambino al giorno. Una vergogna che pesa sulla coscienza europea.

Continuano le morti di bambini migranti, dimenticate: oltre 200 dall’inizio dell’anno lungo la pericolosa rotta del Mediterraneo centrale dal Nord Africa all’Italia. In media, più di un bambino al giorno. Una vergogna che pesa sulla coscienza europea.

Sono le ultime stime dell’Unicef rese note oggi a Palermo, in occasione dell’incontro dei leader del G7 in programma in Sicilia, luogo simbolo per la crisi dei rifugiati e migranti in Europa.

“La Sicilia continua ad essere un luogo simbolo di speranza per i bambini sperduti che cercano una vita migliore, ma è anche il luogo in cui termina un viaggio estremamente pericoloso, durante il quale sono andate perdute le vite di molti bambini”, ha dichiarato Justin Forsyth, Vicedirettore generale dell’Unicef.

Da inizio del 2017 più di 50.000 rifugiati e migranti sono arrivati in Italia via mare, con un incremento del 44% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Fra loro sono circa 5.500 (+ 22% rispetto al 2016) i minorenni non accompagnati e separati dalle loro famiglie che hanno rischiato la vita per arrivare in Italia fuggendo da situazioni disperate di guerra, violenza e povertà. Il 92% di tutti i minori giunti in Italia via mare hanno affrontato questa durissima prova da soli. Un viaggio in mare che troppo spesso si trasforma in tragedia.

“Un numero record di 26.000 bambini non accompagnati e separati è arrivato in Italia lo scorso anno, ma se il trend attuale continuerà, questo dato sarà ampiamente superato nel 2017. Non è un record di cui andare fieri, ma un monito del nostro fallimento collettivo nell’assicurare a questi bambini rifugiati e migranti sicurezza e benessere”, è il grido di allarme lanciato dall’Unicef.

Da: QUI

Inserzionista Sasha

ALTRE News
Che fine ha fatto l'Isis?
Che fine ha fatto l'Isis?
(Firenze)
-

L’attenzione dei media, italiani e non, sull’Isis è scemata notevolmente. Qual è oggi lo scenario nella vasta zona che ha visto in questi anni il dominio del Califfato?
Per anni ha occupato le prime pagine di tutti i quotidiani nazionali ed...

Gillet gialli? Non solo il caro benzina! Ecco 41 motivi della protesta
Gillet gialli? Non solo il caro benzina! Ecco 41 motivi della protesta
(Firenze)
-

Ecco le rivendicazioni complete dei gilet gialli, (censurate da tutti i media), così come loro le hanno rese pubbliche di modo che ognuno possa farsi la propria idea.
Ecco le rivendicazioni complete dei gilet gialli, (censurate da tutti i media),...

Lavora, produci e TACI.
Lavora, produci e TACI.
(Firenze)
-

Arriverà il giorno che i giovani menefreghisti d'oggi arriveranno a 50 anni, si guarderanno attorno e diranno....
Arriverà il giorno che i giovani menefreghisti d'oggi arriveranno a 50 anni, si...

Corruzione, Italia peggior Paese Occidentale: ci costa 230 miliardi l'anno
Corruzione, Italia peggior Paese Occidentale: ci costa 230 miliardi l'anno
(Firenze)
-

I risultati di uno studio europeo: il nostro Paese è il peggiore tra quelli occidentali. Con quello che viene sottratto alla comunità si potrebbero risolvere le principali emergenze sociali
E' l'Italia il Paese con il più alto livello di corruzione in Europa. Almeno in...

Francia, i gillet gialli VINCONO LA BATTAGLIA. Aumento del carburante SOSPESO
Francia, i gillet gialli VINCONO LA BATTAGLIA. Aumento del carburante SOSPESO
(Firenze)
-

Il primo ministro francese Edouard Philippe annuncerà una moratoria sull’aumento delle tasse sui carburanti
Il primo ministro francese Edouard Philippe, secondo fonti governative, è pronto...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati