Assumi italiani a lavorare nei parchi? La Lombardia ti premia, la sinistra grida al razzismo!

(Milano)ore 08:33:00 del 13/11/2018 - Categoria: , Denunce, Politica, Sociale

Assumi italiani a lavorare nei parchi? La Lombardia ti premia, la sinistra grida al razzismo!

Assumi italiani per pulire i parchi? La Lombardia ti premia. E la sinistra grida al razzismo

Comune avvisato, mezzo salvato. Sì, perché la Regione Lombardia ha deciso di penalizzare quei Comuni che impiegheranno la manodopera volontaria di richiedenti asilo per la cura del verde pubblico.

Per contro la Giunta si impegna “a concedere premialità nei bandi agli enti locali lombardi che non fanno ricorso a richiedenti asilo bensì a manutentori del verde pubblico professionisti”.

La Lombardia va così i controtendenza rispetto ad altre regioni che invece hanno deciso di premiare chi impiega la forza lavoro degli immigrati senza sborsare quattrini.

Sarà anche una nobile motivazione, quella di far lavorare chi viene accolto e ospitato in Italia senza pagare vitto e alloggio.

Tuttavia con l’impiego dei richiedenti asilo le aziende florovivaistiche vengono penalizzate, gli immigrati clandestini rappresentano una forma di concorrenza sleale verso i giardinieri di professione, rovinando il mercato.

I Comuni, infatti, affidando la manutenzione del verde a quanti vengono accolti in attesa di vedersi riconosciuta la domanda di asilo, risparmiano. Ma allo stesso tempo ”sfruttano” gli immigrati, a costo zero. Se non è razzismo questo.

Lombardia: no allo sfruttamento, sì ai professionisti

Ma c’è di più. Nella mozione, presentata dalla Lega, si legge che sono molti i lombardi che con la crisi hanno perso il lavoro e per campare si dedicano a qualsiasi lavoretto.

Impiegando i richiedenti asilo il rischio è che immigrazione e accoglienza vengano “utilizzate a discapito del tessuto produttivo lombardo”.

Ma soprattutto il testo afferma che “La valorizzazione del verde pubblico necessita di professionalità e competenze che non possono essere garantite con l’impiego di persone che non hanno né esperienza né formazione”.

Per mettere così un freno a quella che sembra stia diventando prassi diffusa, il Consiglio regionale della Lombardia ha stabilito che se un Comune ha avviato un progetto di volontariato per richiedenti asilo, rischia di perdere i bandi regionali.

A favore dello stop allo sfruttamento degli immigrati a danno del lavoro di professionisti si sono espressi 34 consiglieri: ufficialmente hanno votato sì Lega Nord, Forza Italia, Fontana Presidente, Fratelli d’Italia.

32 i contrari, tra le fila di Pd, Movimento 5 Stelle, Lombardi Civici Europeisti e gruppo Misto.

Da: QUI

Inserzionista Gregorio

ALTRE News
Benvenuti in Italia, dove si MUORE al pronto soccorso dopo un'attesa di 6 ORE
Benvenuti in Italia, dove si MUORE al pronto soccorso dopo un'attesa di 6 ORE
(Milano)
-

Presunto caso di malasanità all’ospedale San Paolo di Fuorigrotta. Un uomo di 72 anni, Eduardo Estatico, è deceduto lamentando dolori lancinanti all’addome, ma ha aspettato sei ore prima di essere visitato.
Presunto caso di malasanità all’ospedale San Paolo di Fuorigrotta. Un uomo di 72...

Che fine fara' ALITALIA?
Che fine fara' ALITALIA?
(Milano)
-

In queste ore si ritorna a parlare del destino di Alitalia, continua la ricerca di un partner internazionale da affiancare a Ferrovie dello Stato per il salvataggio della compagnia aerea
La cassa di Alitalia è agli sgoccioli e il futuro della compagnia è tuttora...

Droga, a Napoli nella piazza di spaccio minorenni usati come pusher e corrieri
Droga, a Napoli nella piazza di spaccio minorenni usati come pusher e corrieri
(Milano)
-

Il blitz nel quartiere di Ponticelli. Coinvolte dodici persone, tutte indagate per traffico e spaccio di droga
Bambini pusher o veri e propri corriere di droga: è questa la scoperta dei...

City car, elettrica, italiana: perche' darla ai cinesi?
City car, elettrica, italiana: perche' darla ai cinesi?
(Milano)
-

Ecco l’auto elettrica (90km/h – 200 km di autonomia – costo 10.000 € – consumi praticamente 0) che l’Italia non vuole e la Cina Si… Potenza delle lobby del petrolio!
La Askoll di Vicenza da tre anni non trova sostegno e finanziamenti per un...

Il Sud e' un posto dove si lavora TROPPO per TROPPO POCO: ALTRO CHE NULLAFACENTI
Il Sud e' un posto dove si lavora TROPPO per TROPPO POCO: ALTRO CHE NULLAFACENTI
(Milano)
-

Il Sud è stato raccontato come il territorio dei nullafacenti che aspirano al sussidio. Converrà rovesciare il punto di vista. È il luogo dove si fanno 800 chilometri per conquistarsi un contratto.
La politica che si interroga sui motivi della rivolta elettorale del Sud...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati