Andria, migliori posti

(Brindisi)ore 09:23:00 del 16/12/2016 - Categoria: , Cultura, Luoghi da visitare, Viaggi

Andria, migliori posti

La Chiesa di Sant'Agostino fu costruita nel 1200 grazie ad Hermann Von Salza, il quarto Gran Maestro dell'ordine Teutonico, per poi passare nelle mani degli Agostiniani il secolo successivo.

Cosa vedere ad Andria?La città di Andria situata in Puglia, vicino Bari, è tra le più grandi città della nazione per incremento demografico, infatti ne conta circa centomila abitanti. Viene denominata la città dei tre campanili proprio perché ne possiede tre al suo interno ed è anche conosciuta per il Castel del Monte, un edificio costruito nel XIII secolo dall'imperatore Federico II, situato su una collina diventato patrimonio dell'Unesco. Nella guida che ora segue scoprirete altre utili informazioni, da noi suggerite, di come visitare Andria.

Cosa vedere ad Andria? E' nel 1046 che Andria fu rifondata per volere del conte di Trani Pietro I il Normanno, quindi trasformata in una civitas e racchiusa in una cinta muraria. La città è uno dei tanti possedimenti normanni che, con l'ascesa degli Svevi, passò nelle mani di questi ultimi, conoscendo uno straordinario sviluppo. Andria sorge nelle vicinanze di Castel del Monte e, così come il castello federiciano per eccellenza, anche questa città sente fortemente l'influenza dell'Imperatore, ad esempio nel cosiddetto Arco di Federico II(o Porta di Sant'Andrea), che celebrò nel 1230 il suo rientro trionfante dalla VI crociata, come un'epigrafe qui impressa conferma: "

Andria fidelis, nostri affixa medullis; absit, quod Federicus sit tui muneris iners, Andria, vale, felix omnisque gravaminos expers.

Cosa vedere ad Andria? Inoltre, è sempre ad Andria che nacque nel 1228 il suo secondo figlio, Corrado, e che si conservano le spoglie di due delle sue mogli, Iolanda di Brenne e Isabella d'Inghilterra, entrambe morte in seguito ad un parto. Andria sorge ad appena 18 km dal magnifico Castel del Monte, dal quale la si può ben identificare se ci si affaccia dall'unica trifora presente. Il suo centro urbano è assai complesso e presenta varie strutture degne di nota, che conviene vivamente visitare.

Tra queste, menzioniamo, in particolare, tre luoghi di fede assai suggestivi e caratteristici, quali la Chiesa di Sant'Agostino, la Cattedrale di Santa Maria Assunta ed il Santuario di Santa Maria dei Miracoli. Per quanto concerne la prima chiesa, questa ci immerge nella storia dei Templari, ricordati dal loro simbolo, quello delle aquile. La Chiesa di Sant'Agostino fu costruita nel 1200 grazie ad Hermann Von Salza, il quarto Gran Maestro dell'ordine Teutonico, per poi passare nelle mani degli Agostiniani il secolo successivo. Il portale principale è preziosamente forgiato, mentre quello laterale si caratterizza per la presenza degli stemmi della città di Andria, dei D'Angiò e del Vescovo Florio. I lavori sulla Cattedrale di Santa Maria Assunta si sono susseguiti fino al '900, iniziati con i normanni che ne vollero la costruzione. E' proprio qui che si trovano le spoglie delle due mogli dell'Imperatore, Iolanda di Brenne e Isabella d'Inghilterra, conservate all'interno di una cripta paleocristiana risalente all'VIII secolo.


Ancora, ricordiamo il Santuario di Santa Maria dei Miracoli, nato all'incirca nel '500 e composto di varie chiese: la chiesa rupestre di Santa Margherita, quella centrale della Crocifissione, che si caratterizza per la preziosità degli affreschi che la riempiono totalmente, e la Basilica dell'architetto Cosimo Fanzago, risalente al '600. Il controsoffitto e l'altare maggiore sono senza ombra di dubbio degni di nota. Tralasciando l'aspetto religioso, potrete risvegliare il palato grazie al Museo del Confetto, nelle vicinanze della Cattedrale, dunque in pieno centro. Anch'esso un tempio, ma del gusto, il museo offre la possibilità di addentrarsi in quattro diversi percorsi nei quali scoprire i vari attrezzi utilizzati per la produzione dei confetti e da terminare con il loro assaggio, tra mandorle pugliesi e nocciole piemontesi ricoperte di cioccolato, o perdendosi nel calore di un delizioso ripieno al liquore.

Inserzionista Sasha

ALTRE News
Cosa visitare Arras
Cosa visitare Arras
(Brindisi)
-

Arras sperimentando sviluppo significativo tra il XII e il XIII secolo. La città era conosciuta per la sua attività panno-making che si estende in gran parte dell'Europa, al momento. Bourguignonne tra il XIV e il XV secolo, la città di Arras unito la pieg
Città al più importante densità di monumenti di Francia, Arras avviene nel...

Les 2 Alpes: cosa vedere di bello
Les 2 Alpes: cosa vedere di bello
(Brindisi)
-

Soprattutto da chi, qui, ci arriva per percorrere i 40 tracciati per mountain bike e downhill.
  LES 2 ALPES COSA VEDERE - Perchè proprio Les 2 Alpes quando in Italia abbiamo...

Cosa vedere di bello a Delft
Cosa vedere di bello a Delft
(Brindisi)
-

COSA VEDERE DELFT - Da non perdere anche Oude Kerk – La Chiesa Vecchia con le sue 27 bellissime vetrate colorate.
  COSA VEDERE DELFT - In Olanda a pochi chilometri dalla capitale c'è la...

Volete il VERO NATALE? Andate a Salisburgo: ve ne innamorerete!
Volete il VERO NATALE? Andate a Salisburgo: ve ne innamorerete!
(Brindisi)
-

Le testimonianze dei primi Christkindlmarkt qui risalgono addirittura al 1491 (prima che Cristoforo Colombo scoprisse gli hamburger e il Ringraziamento, per intenderci).
Partiamo da un presupposto: se questa città fosse un profumo sarebbe quello del...

Posti da visitare Tallinn
Posti da visitare Tallinn
(Brindisi)
-

Un walking tour gratuito – un modo intelligente per conoscere la storia di Tallinn, ricevere tante informazioni sui suoi monumenti e scoprire angoli nascosti della città vecchia, leggende e curiosità sui luoghi visitati, e magari chiedere consiglio alla g
  COSA VEDERE TALLINN - Sono in molti a credere che Tallinn – una città di...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati