42 milioni di aborti ogni anno: la causa numero 1 di morte al mondo

(Roma)ore 19:14:00 del 04/04/2019 - Categoria: , Denunce, Sociale

42 milioni di aborti ogni anno: la causa numero 1 di morte al mondo

L’aborto è stato la causa numero uno di morte al mondo nel 2018: 41,9 milioni di bambini sono stati uccisi prima di nascere.

L’aborto è stato la causa numero uno di morte al mondo nel 2018: 41,9 milioni di bambini sono stati uccisi prima di nascere.

In un anno 41,9 milioni di aborti nel mondo

I dati diffusi dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), una delle entità che hanno militato maggiormente a favore dell’aborto nel corso della storia, sono spaventosi.

Nel 2018 ci sono state più morti provocate dall’aborto che la somma di tutte quelle derivanti da cancro, malaria, Aids, tabagismo, alcolismo e incidenti stradali. Ogni 33 bambini nati vivi, 10 sono stati abortiti.

Un genocidio silenzioso che non indigna i sacerdoti del politicamente corretto. Un capriccio di una umanità che pretende di avere il controllo anche della vita nel grembo materno.

Per rendere ancora meglio la drammaticità di questi dati basta applicare una semplice operazione matematica: 41,9 milioni di aborti nel mondo ogni anno, significano 114.794 interruzioni di gravidanza praticate ogni giorno, 4.783 ogni ora e 79 al minuto.

Poco meno della metà degli aborti nel mondo sono praticati in modo poco sicuro, ovvero in un modo che mette a rischio la salute e la vita delle donne.

La quasi totalità delle interruzioni pericolose avviene nei paesi in via di sviluppo. Parliamo di Asia, Africa e America Latina.

Aborto, la situazione in Italia

In Italia emerge che il tasso di aborti è di 9 ogni mille donne in un gap di età tra i 15 e i 44: molto al di sotto della media europea che è di circa 21 aborti ogni mille donne.

Le associazioni che sostengono l’applicazione della legge 194 invitano però a guardare il dato anche nell’altro senso: gli aborti in Italia sono in diminuzione perché ci sono meno medici a farli e non c’è misura di quanti siano gli aborti clandestini.

E alla fine ancora molte donne sono costrette a emigrare da una regione all’altra per veder rispettata una legge di 40 anni fa. Che ora in tanti vorrebbero addirittura abrogare.

Le battaglie contro l’aborto non si fanno con le ideologie ma con la prevenzione.

Da: QUI

 

Inserzionista Samuele

ALTRE News
Milano, ecco la foresta urbana: 3 milioni di piante in piu'
Milano, ecco la foresta urbana: 3 milioni di piante in piu'
(Roma)
-

PROGETTO FORESTA URBANA MILANO - Ad oggi in quel di Milano si contano circa mezzo milione di alberi, e 5 milioni e mezzo nei 133 Comuni circostanti, ma entro il 2030 di piante ce ne saranno 3 milioni in più.
PROGETTO FORESTA URBANA MILANO - Ad oggi in quel di Milano si contano circa...

Italiani primi evasori in Europa: di chi la colpa?
Italiani primi evasori in Europa: di chi la colpa?
(Roma)
-

EVASIONE, ITALIA PRIMA IN EUROPA - Italia prima in Europa per evasione fiscale in termini assoluti dell’Iva.
EVASIONE, ITALIA PRIMA IN EUROPA - Italia prima in Europa per evasione fiscale...

Rincari sulla Patente: costera' il 22% in piu' (piu' di 800 euro)
Rincari sulla Patente: costera' il 22% in piu' (piu' di 800 euro)
(Roma)
-

RINCARI SULLA PATENTE IN ARRIVO - La patente di guida è vista come un traguardo per la maggior parte dei maggiorenni che, al compimento del 18° anno d'età, possono finalmente impugnare il volante dell'auto e cominciare ad essere considerati automobilisti,
RINCARI SULLA PATENTE IN ARRIVO - La patente di guida è vista come un traguardo...


(Roma)
-


LA DENUNCIA SHOCK DI UN ONCOLOGO DI FAMA MONDIALE - "Il timore mio - me ne...

Terremoto Centro Italia: 94 progetti, solo 8 realizzati
Terremoto Centro Italia: 94 progetti, solo 8 realizzati
(Roma)
-

TERREMOTO CENTRO ITALIA, BLOCCATI GLI SMS SOLIDALI - Una telefonata salva la vita, un sms doveva aiutare la speranza di ricostruire una casa, una chiesa, una vita.
TERREMOTO CENTRO ITALIA, BLOCCATI GLI SMS SOLIDALI - Una telefonata salva la...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati