3 falsi miti da sfatare sulla prima volta

(Roma)ore 18:23:00 del 17/03/2019 - Categoria: , Sesso

3 falsi miti da sfatare sulla prima volta

Tutto quello che c'è da sapere sulla prima volta, tra miti da sfatare e informazioni utili su come si svolge e come proteggersi da ogni rischio

La prima volta che si fa l’amore occupa sicuramente un posto speciale nei ricordi di ognuno. Libri e film ci hanno fatto credere che debba per forza essere perfetta e romantica, ma non bisogna dimenticare che per forza di cose, porta con sé anche una buona dose di inesperienza.

È importante, prima di tutto, decidere con consapevolezza quando è il momento di avere il primo rapporto, secondo quelli che sono i propri tempi, senza farsi forzare o condizionare dalle esperienze delle amiche o dal parere del partner. Non è una gara e non si vince o perde nulla, al contrario non bisogna sentirsi “facili” se si decide di farlo presto.

Vediamo insieme quali sono i miti più diffusi sulla prima volta, che invece non sono veri.

1.Fare l’amore per la prima volta fa malissimo

È vero che il dolore è soggettivo e ogni esperienza è diversa, ma di base il sesso èun’azione naturale che nasce per essere piacevole e soddisfacente sia per l’uomo sia per la donna.

L’unico momento che può far provare un leggero dolore è collegato alla rottura fisiologica dell’imene, che è normale e si verifica a seguito della penetrazione, durante il primo rapporto completo.

Si può avere un piccolo disagio collegato ad un potenziale sanguinamento, ma si parla di qualche goccia, sicuramente non bisogna immaginarsi macchie gigantesche sulle lenzuola.

La rottura o meno dipende dall’elasticità dell’imene, ovvero da come è fatto il nostro corpo, e dalla dolcezza con cui viene effettuata la penetrazione. Potrebbe anche subire solo una piccola lacerazione e non sanguinare.

Per evitare fastidi, inoltre, il consiglio è quello di non sottovalutare i preliminari, che permettono di stemperare l’imbarazzo. consentono un maggior grado di eccitazione e quindi lubrificazione, oltre a rendere l’imene più elastico.

2. Senza preservativo è più speciale

Spesso c’è molta confusione sulla contraccezione e poca informazione sulla diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili. Sta anche prendendo piede, inoltre, la credenza secondo la quale, la prima volta non si possa rimanere incinte: facciamo chiarezza.

La possibilità che si verifichi una gravidanza si ha tutte le volte che, durante un rapporto non protetto, ovvero senza contraccettivi, che possono essere di vario tipo, avviene un’eiaculazione interna nella vagina, con rilascio del liquido seminale, mentre la donna è nel suo periodo fertile.

È importante sapere che gli spermatozoi, insieme al virus dell’HIV, possono trovarsi, anche se in piccola quantità, nel liquido pre-eiaculatorio. Il coito interrotto (l’eiaculazione al di fuori della vagina) quindi non è efficace come metodo contraccettivo, né tanto meno il calcolo dei giorni sì e no. Anche se si prende la pillola o si utilizzano altri metodi contraccettivi, l’unico modo per non trasmettere malattie, soprattutto se il partner è occasionale, è il preservativo.

Quest’ultimo, in quanto leggermente lubrificato, può anche aiutare la penetrazione, soprattutto durante le prime volte. In commercio si trovano anche modelli pensati per potenziare le sensazioni di piacere, per cui non è vero che porta ad una diminuzione della sensibilità maschile.

3. La prima volta deve essere per forza romantica

Spesso si immagina che la prima volta sarà magica, con l’atmosfera perfetta, candele, luci soffuse e in una location da sogno.

Per evitare il rischio di rimanere deluse, è meglio avere delle aspettative realistiche e non dimenticare che quello che conta davvero è la complicità con il partner, che permetterà anche di superare eventuali momenti di imbarazzo.

Se qualcosa non va come previsto, non bisogna farsi prendere dal panico, ma affrontare insieme la situazione e creare un clima di fiducia, che permetta di superare anche un eventuale intoppo.

Infine, ricordate che è normale che la prima volta ci si senta impacciate, ma è così per tutti, non bisogna sentirsi “sbagliati/e” e soprattutto andrà sempre meglio.

Da: QUI

Inserzionista Samuele

ALTRE News
Sesso regionale Italia: i milanesi lo fanno meno, ecco le regioni piu' insoddisfatte!
Sesso regionale Italia: i milanesi lo fanno meno, ecco le regioni piu' insoddisfatte!
(Roma)
-

SESSO REGIONALE IN ITALIA, COME LO FANNO GLI ITALIANI ?
SESSO REGIONALE IN ITALIA, COME LO FANNO GLI ITALIANI ? -...

Igiene intima: tutto quello che devi sapere
Igiene intima: tutto quello che devi sapere
(Roma)
-

IGIENE INTIMA, COSA NON SAI - L'igiene personale è un aspetto fondamentale che va curato con attenzione ed equilibrio: se ovviamente la scarsa pulizia è una pessima idea, anche un eccesso di segno opposto potrebbe infatti essere dannoso.
IGIENE INTIMA, COSA NON SAI - L'igiene personale è un aspetto fondamentale che...

Spagnola nel sesso: i segreti per ravvivare la passione sessuale
Spagnola nel sesso: i segreti per ravvivare la passione sessuale
(Roma)
-

SPAGNOLA NEL SESSO - Sogno e fantasia di molti uomini, la spagnola è una pratica sessuale che non implica penetrazione, ma può facilmente condurre l'uomo a un piacere intenso.
SPAGNOLA NEL SESSO - Sogno e fantasia di molti uomini, la spagnola è una pratica...

Prima volta degli italiani: a quale eta'?
Prima volta degli italiani: a quale eta'?
(Roma)
-

ITALIANI E LA PRIMA VOLTA - È giusto farlo presto oppure è giusto attendere?pevoli del fatto che si tratta di un momento fondamentale nella vita di ogni persona che ha ripercussioni sull’intero popolo, sull’intera nazione. ITALIANI E LA PRIMA VOLT
ITALIANI E LA PRIMA VOLTA - È giusto farlo presto oppure è giusto attendere? E...

Sesso: cosa eccita un uomo
Sesso: cosa eccita un uomo
(Roma)
-

COSA ECCITA UN UOMO - Non è necessario avere il fisico statuario di una top model per accendere la libido maschile.
COSA ECCITA UN UOMO - Non è necessario avere il fisico statuario di una top...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati