(Pisa)ore 22:27:00 del 07/12/2017 - Categoria: , Denunce, Nuove Leggi

Livorno città della nascita del pci e quindi è naturale che abbia sviluppato il germe dell'antifascismo che come scrive questa sostanza "E' già nel dna dei livornesi" però a volte questo dna si è rivelato infettato da un virus altamente tossico. Come quando, al largo delle Melorie, persero la vita 46 militari italiani e 6 militari inglesi e qualche imbecille livornese scrisse all'esterno dello stadio "46 paracadutisti morti uguale 46 fascisti in meno, niente lacrime." Una frase oltraggiosa,spregevole ed infame che rimase in vista per molto, troppo tempo senza che i cittadini livornesi ritenuti normali e probi facessero cancellare una scritta vergognosa per una città che si reputava civile. Una scritta indelebile nel cuore di chi come me, ventenne, non capiva niente di politica ed aveva appena perduto compagni d'arme ma soprattutto amici spensierati come tutti giovani. Ora questi toscani vorrebbero dare delle patenti di italianità chiedendo dichiarazioni di antifascismo? Lavino prima le loro rosse vesti grondanti e permettano di esprimere le ragioni a chi non nel rispetto delle leggi non fa come loro: il pericolo sono coloro che negano la democrazia del libero pensiero.

Il fascismo ed il nazismo sono morti e sepolti e questa campagna pubblicitaria che segue regolarmente le bravate dello pseudofascista di turno non ha altro senso che distrarci dai problemi reali per parlare di problemi immaginari. Il ritorno del fascismo in italia è una fake news

Pistoia, Massa, Marzabotto. Anche in Toscana, come nel resto d’Italia, negli ultimi mesi si sono moltiplicate le manifestazioni neo-fasciste e di estrema destra e la roccaforte rossa per eccellenza non ci sta e reagisce. Diversi comuni, infatti, nelle ultime settimane hanno proposto e approvato dei regolamenti per proibire le manifestazioni pubbliche apertamente neo-fasciste, xenofobe o razziste. E come? La soluzione è un certificato antifascista che ogni associazione o organizzazione politica dovrà sottoscrivere se vorrà disporre di uno spazio pubblico.

Inserzionista Gregorio

ALTRE News
Che fine ha fatto l'Isis?
Che fine ha fatto l'Isis?
(Pisa)
-

L’attenzione dei media, italiani e non, sull’Isis è scemata notevolmente. Qual è oggi lo scenario nella vasta zona che ha visto in questi anni il dominio del Califfato?
Per anni ha occupato le prime pagine di tutti i quotidiani nazionali ed...

Prestiti per artigiani in difficolta': come ottenerli
Prestiti per artigiani in difficolta': come ottenerli
(Pisa)
-

Quando si è degli artigiani o degli imprenditori autonomi, potrebbe capitare di avere necessità di un prestito. Oggi ne vedremo alcuni tipi insieme.
Spesso quando si è degli artigiani o dei lavoratori autonomi potrebbe accadere...

Gillet gialli? Non solo il caro benzina! Ecco 41 motivi della protesta
Gillet gialli? Non solo il caro benzina! Ecco 41 motivi della protesta
(Pisa)
-

Ecco le rivendicazioni complete dei gilet gialli, (censurate da tutti i media), così come loro le hanno rese pubbliche di modo che ognuno possa farsi la propria idea.
Ecco le rivendicazioni complete dei gilet gialli, (censurate da tutti i media),...

Lavora, produci e TACI.
Lavora, produci e TACI.
(Pisa)
-

Arriverà il giorno che i giovani menefreghisti d'oggi arriveranno a 50 anni, si guarderanno attorno e diranno....
Arriverà il giorno che i giovani menefreghisti d'oggi arriveranno a 50 anni, si...

Corruzione, Italia peggior Paese Occidentale: ci costa 230 miliardi l'anno
Corruzione, Italia peggior Paese Occidentale: ci costa 230 miliardi l'anno
(Pisa)
-

I risultati di uno studio europeo: il nostro Paese è il peggiore tra quelli occidentali. Con quello che viene sottratto alla comunità si potrebbero risolvere le principali emergenze sociali
E' l'Italia il Paese con il più alto livello di corruzione in Europa. Almeno in...



Notizie di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notizie di Oggi - Tutti i diritti riservati